• Mercoledì 23 Novembre 2011 alle 8:59
Primo asfalto antismog all’aeroporto di Malpensa: la novità per combattere l’inquinamento

Sarà Malpensa il primo scalo italiano ad avere una pavimentazione anti-inquinamento: ad annunciarlo è stata la Sea, la società che gestisce l'aeroporto varesino e quello di Linate, che, nei mesi scorsi, ha sperimentato un prodotto innovativo. Si tratta della Coverlite, che, con un processo simile a quello della fotosintesi clorofilliana trasforma i gas inquinanti in sali. L'area interessata sarà quella del piazzale degli arrivi del Terminal 1 di Malpensa, una zona ampia circa 18mila metri quadri e per cui sono stati investiti circa 130mila euro.

 

L'asfalto antismog nasce da una miscela che combina una soluzione d' acqua e biossido di titanio, una sorta di colla che trattiene l’inquinamento, lo assorbe e ripulisce l' aria. Il cocktail penetra nelle rughe della strada, colma le increspature, e attiva processi tipici della fotosintesi clorofilliana sfruttando il contributo dei raggi solari

Il presidente Giuseppe Bonomi vorrebbe presto portare questo asfalto alle piste di decollo e atterraggio: “Abbiamo misurato una riduzione del 9-10% nelle concentrazioni degli ossidi d' azoto”.  Il periodo di monitoraggio è durato otto settimane e le analisi sono state condotte dagli specialisti del Politecnico di Milano. Il vicedirettore nazionale di Legambiente, Andrea Poggio, ha detto: “Iniziative come questa possono fare molto per ridurre l' inquinamento. In futuro si costruirà diversamente da quanto si è fatto fino a oggi, a partire proprio dalle strade”.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato nè utilizzato per inviarti email *



Clicca qui sotto per confermare che sei una persona:

Cancel reply
T2 = 0,0000
T3 = 0,0000
T4 = 0,0000
T5 = 0,0000
T6 = 0,0000
T7 = 0,0000 > 30207,62 > 30207,62